MUVIT e MOO - I MUSEI DELLA FONDAZIONE LUNGAROTTI

Pubblicazioni

Duilio Cambellotti. Infiniti mondi – Dall’Archivio del XX secolo-Latina ai Musei della Fondazione Lungarotti-Torgiano

Curatori: Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Francesco Tetro

Editore: Futura Libri, Perugia

Anno di pubblicazione: 2023

Catalogo della mostra “Duilio Cambellotti. Infiniti mondi”, MUVIT Museo del Vino a Torgiano, 25 novembre 2023-1 marzo 2024.

Un’esposizione di 61 opere, tra scultura, arte grafica e medaglistica, realizzate dal poliedrico artista-artigiano tra il 1898-99 e la fine degli anni Cinquanta. Le opere sono integrate da un gruppo di stoffe tessili del XIX-XX secolo collezionate dal Maestro, attento e aperto al fascino dell’arte tessile orientale. I temi esposti spaziano dalle arti decorative ceramiche e bronzee alla grafica degli ex libris, dalla pubblicità commerciale a quella teatrale, dall’interesse per il dinamismo, dai bozzetti per il manifesto della Balilla dell’Impero alla medaglistica, dai progetti di fontane – posto d’onore occupano in questo senso la Fontana dei boccali (maiolica) e la Fonte della palude (bozzetto in bronzo) delle collezioni Lungarotti – al tema arboreo che riproduce anche in pittura, dal decoro di pesci e spine di grano di oggetti funzionali al pasto al tema pacifista.

Il catalogo è realizzato con il sostegno della Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura.

Living Vessels. Dalla tradizione alla contemporaneità della brocca.

Progetto artisitico:Franklin University Switzerland, La Fratta Art House, Luca Leandri, Clarice Zdanski

Stampa: Centromoduli, Perugia, 2023

ita/eng

Catalogo della mostra “Living Vessels. Dalla tradizione alla contemporaneità della brocca”, MUVIT Museo del Vino a Torgiano, 4-23 aprile 2023.

Una rassegna di ventitre opere in ceramica realizzate dagli studenti iscritti al Seminario di Viaggio “Studies in Ceramics” della Franklin University Switzerland durante la settimana di simposio in residenza presso La Fratta Art House di Marsciano. Reinterpretazioni fantasiose e creative tradizionale forma della Brocca hanno dato vita ceramiche uniche ed estrose, antropomorfe e/o zoomorfe.

MUVIT-MOO I Musei della Fondazione Lungarotti a Torgiano. Guida

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti con Teresa Severini, Lucia Maria Tremonte, Gemma Zaganelli

Editore: Icona Editore, Città di Castello (PG)

Anno di pubblicazione: 2021

Disponibile in italiano e in inglese

Un affascinante viaggio alla scoperta della millenaria cultura della vite e del vino e dell’olivo e dell’olio attraverso i temi e le collezioni dei Musei MUVIT e MOO a Torgiano. Un volume ricco di immagini e suggestioni con focus e curiosità su opere e artisti presenti ai Musei.

La guida è realizzata con il sostegno della Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura.

Andrea Tana. La ricerca del colore

Catalogo della mostra “Andrea Tana. La ricerca del colore”, MUVIT Museo del Vino a Torgiano, 4 dicembre 2021-23 gennaio 2022.

Una selezione di opere tra ritratti, interni, paesaggi, fiori e giardini dell’artista americana che ha scelto l’Umbria come sua seconda casa.

Il catalogo è realizzato con il sostegno della Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura.

MUVIT MAMO MOO. Un filo rosso tra arte e vino

A cura di: Fondazione Lungarotti, in collaborazione con MaMo D’Art, Lungarotti, Tiziano Sordini.

Editore: Arts Duomo, Perugia

Anno di pubblicazione: 2019

Catalogo della mostra “MUVIT MAMO MOO. Un filo rosso tra arte e vino”, Torgiano, 23 novembre 2019-12 gennaio 2020.

Tralci di vite e di vita. Le incisioni di Gianni Cacciarini al Muvit di Torgiano

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Andrea Renieri
Titolo: Tralci di vite e di vita. Le incisioni di Gianni Cacciarini al Muvit di Torgiano
Traduzioni: Valeria Cazzola
Edizione: Tipografia Rossi, Sinalunga (SI)
Anno: 2018
ita/eng

“Tralci di vite e di vita. Le incisioni di Gianni Cacciarini al Muvit di Torgiano”. Catalogo di mostra

Mostra di incisioni dedicata a Gianni Cacciarini, artista e incisore toscano, presente nella raccolta permanente di arte grafica del Museo con un’acquaforte del 1973 parte della serie Le viti

Il vino e la vite come paradigma della diversità culturale tra Oriente e Occidente. Atti del convegno

Curatori: Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Attilio Scienza
Autori: Paolo Anagnostou, Augusto Ancillotti, Antonio Calò, Marco Capocasa, Giovanni Destro Bisol, Osvaldo Failla, Lucio Fiorini, Gaetano Forni, Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Stefano Meneghetti, Attilio Scienza, Baykar Sivazliyan
Titolo: Il vino e la vite come paradigma della diversità culturale tra Oriente e Occidente. Atti del convegno
Traduzioni: Catherine Bolton
Edizione: Emaki
Anno: 2017

Il vino e la vite come paradigma della diversità culturale tra Oriente e Occidente. Atti del convegno
Le applicazioni della biologia molecolare alla genetica delle popolazioni umane e all’individuazione dei pedigree di molti vitigni hanno dischiuso negli ultimi anni una nuova prospettiva relativa ai centri di origine e alla loro circolazione in Europa. L’antropologia ha cercato di interpretare il fondamentale contributo della cultura, dei miti, delle religioni nelle relazioni tra i territori, le popolazioni e i vitigni, sorprendentemente connessi tra loro. Il convegno Il vino e la vite come paradigma della diversità culturale tra Oriente e Occidente, promosso dalla Fondazione Lungarotti in occasione del quarantesimo anniversario del MUVIT Museo del Vino-Torgiano, ha proposto attraverso un approccio interdisciplinare un’analisi di tali relazioni, nel tentativo di delineare i confini genetici, linguistici, culturali che nel tempo hanno garantito la salvaguardia e la protezione delle diversità. Il progetto, curato dal Prof. Attilio Scienza, muovendo da uno studio dell’Università Sapienza di Roma e dalle recenti scoperte del DiSAA Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università di Milano, ha visto la partecipazione di autorevoli esponenti del mondo accademico.
Il volume raccoglie i contributi integrali dei relatori intervenuti a Torgiano, corredati dagli abstract in lingua inglese dei singoli interventi.

Museo dell’Olivo e dell’Olio di Torgiano – Catalogo regionale dei beni culturali dell’Umbria

Curatori: Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Mario Torelli, Bruno Toscano

Autori: Francesco Allegrucci, Giulio Busti, Silvia Ciappi, Franco Cocchi, Sergio Fatti, Lucio Fiorini, Claudio Franchi, Secondino Gatta, Concetta Masseria, Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Cecilia Metelli, Francesco Tetro.

Contributi: Sandra Camicia, Concetta Masseria, Mariano Sartore, Claudio Peri, Francesco Scoppola

Edizione: Giunti

Anno: 2016

Disponibile anche nella versione ebook, il catalogo offe tutte le informazioni sul percorso museale ma anche sulla storia dell’olivicoltura, dalle origini alla sua diffusione, e un’analisi dei molteplici usi dell’olio nell’alimentazione, nella medicina, nella religione, nella cosmesi e nelle attività artigiane.

Fischia il Santo. Santi che fischiano nella tradizione popolare italiana

Curatore: Luigi Fosca
Titolo: Fischia il Santo. Santi che fischiano nella tradizione popolare italiana
Editore: Edizioni Era Nuova
Anno: 2016

Fischia il Santo. Santi che fischiano nella tradizione popolare italiana
Mostra collettiva di figure sacre fischianti provenienti dalla collezione di fischietti di Luigi Fosca e Armando Scuto.

Storia regionale della vite e del vino in Italia. Umbria

Autore: Manuel Vaquero Piñeiro
Titolo: Storia regionale della vite e del vino in Italia. Umbria
Curatore: Accademia della vite e del vino in collaborazione con la Fondazione Lungarotti
Editore: Volumnia, Perugia
Anno di pubblicazione: 2012

 

Storia regionale della vite e del vino in Italia. Umbria

La vicenda conosciuta dalla vitivinicoltura umbra negli ultimi centocinquant’anni esemplifica la più generale modernizzazione della regione; ma per comprendere in profondità tale processo bisogna rifarsi a una storia molto più lunga, che risale al mondo antico….

…allorché, presso gli etruschi, si diffusero la coltivazione della vite e il consumo di vino e, con i romani, il fenomeno si estese connotando la vita economica delle ville patrizie. E se la fine dell’Impero segnò una battuta d’arresto, prima del Mille, sotto l’impeto colonizzatore delle abbazie benedettine, le superfici vitate ripresero a occupare le terre, avviando una nuova espansione che ebbe ulteriore slancio con lo sviluppo delle città comunali e nel Rinascimento, quando furono redatti i primi trattati agronomici che elogiavano la bontà dei Moscatelli, delle Malvasie e dei Trebbiani umbri.
All’indomani dell’Unità d’Italia, anche l’Umbria si adegua al nuovo contesto economico, alle regole della concorrenza e del libero mercato. È l’epoca dei pionieri del rinnovamento della viticoltura regionale, della messa in discussione di metodi di coltura rimasti immutati da secoli e dell’ammodernamento della tecnica enologica: un processo destinato ad arretrare tra le due guerre e a riprendere con la trasformazione delle strutture socio-economiche della regione a partire dagli anni Cinquanta. Così, mentre si assiste al crescente svuotamento delle campagne, la nascita dell’Unione Europea e le successive norme comunitarie impongono la specializzazione produttiva delle aziende agricole, che da quel momento in avanti operano in un orizzonte commerciale sempre più competitivo. Senza una fase di transizione, l’agricoltura umbra affronta una serie di nodi irrisolti e la vitivinicoltura diventa uno degli àmbiti maggiormente coinvolti nella trasformazione generale, rappresentando una sorta di cartina di tornasole della velocità e dell’incisività di questi cambiamenti.
Nel lasso di pochi decenni, le piantate che per secoli avevano riempito le pianure vengono rimpiazzate da geometrici vigneti sistemati sulle colline. Oggi il quadro si presenta costellato di iniziative che scandiscono la portata della svolta compiuta: fioriscono le cantine delle archistar, le strade del vino, il movimento enoturistico; in generale, si è diffuso un nuovo modo di intendere e valorizzare i paesaggi agrari, secondo un approccio che individua proprio nei filari ricoperti di viti uno dei suoi punti di forza. Il futuro dirà se l’industria umbra del vino, che fino a questo momento ha giocato prevalentemente un ruolo di nicchia, sarà in grado di scalare posizioni nelle classifiche nazionali.

Chicchere oggi. La cioccolata in tazza nel segno della ceramica contemporanea

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti
Titolo: Chicchere oggi. La cioccolata in tazza nel segno della ceramica contemporanea
Editore: Le fucine Art&Media
Anno: 2011
ita

Chicchere oggi
Mostra collettiva con opere di: Riccardo Biavati, Giorgio Crisafi, Marino Ficola, Roberto Fugnanesi, Ubaldo Grazia, Marino Moretti, Rita Miranda

VINO. Tra mito e cultura

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Mario Torelli
Titolo: Vino. Tra mito e cultura
Contributi: Giuseppe De Rita, Luigi Leurini, Pier Giovanni Guzzo, Mario Torelli, Clementina Panella, Paolo Braconi, Enrico Menestò, Donatella Scortecci, Giuseppe Maria Nardelli, John V. G. Mallet, Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Nino Caruso, Luciano Mrziano, Giovanni Pizza, Silvia Ciappi, Simonetta Prosperi Valenti.
Editore: Skirà
Anno: 2006
disponibile anche in edizione inglese
Vino. Tra mito e cultura

Un articolato e appassionante viaggio nella cultura del vino, svolto attraverso una raccolta di saggi che ne indagano le più diverse espressioni: elemento essenziale della ritualità religiosa, preziosa merce di scambio, protagonista indiscusso del simposio, ingrediente imprescindibile nelle preparazioni farmaceutiche, il vino si presenta come uno dei tratti distintivi dell’identità culturale mediterranea.

Dedicato

Curatore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Dedicato. Opere sulla natura di Franco Passalacqua
Editore: Le fucine Art&Media
Anno: 2010
ita/eng

Lucifeste

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Lucifeste. Bruno Ceccobelli
Edizione: Fondazione Lungarotti, EFFE Fabrizio Fabbri Editore
Anno: 2010
ita/eng

Circo Lucerna

Autore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Circo Lucerna
Edizione: Le Fucine arte & Media
Anno: 2009

Cuore Vivo. Le lucerne di Aldo Rontini

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Cuore Vivo. Le lucerne di Aldo Rontini 
Edizione: Fondazione Lungarotti, EFFE Fabrizio Fabbri Editore
Anno: 2007
ita/eng

Nino Caruso. L’olio come fonte di luce

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Nino Caruso. L’olio come fonte di luce
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2006
ita/eng

BarLume. Forme e luci di Giampaolo Tomassetti

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: BarLume. Forme e luci di Giampaolo Tomassetti
Edizione: Fondazione Lungarotti, EFFE Fabrizio Fabbri Editore
Anno: 2006
ita/eng

Alchimie di luce

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Alchimie di luce
Contributi: Gian Carlo Bojani
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2005
ita/eng

Lucignando. Bruno maggio. Scambio di confidenze tra le mani e l’argilla

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Lucignando. Bruno maggio. Scambio di confidenze tra le mani e l’argilla
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2004
ita/eng

Il vino, l’olio, la terra. Dal territorio alla tavola nell’età di Perugino

Curatore: Alberto Grohmann
Titolo: Il vino, l’olio, la terra. Dal territorio alla tavola nell’età di Perugino
Contributi: Attilio Bartoli Langeli, Maria Luciana Buseghin, Alberto Grohmann, Anna Mori, Oretta Zanini
Edizione: Fondazione Lungarotti, Silvana Editoriale
Anno: 2004

Tra Dionysos e Athena. Percorsi mitologici in bronzo e terracotta di Claudio Nicoli

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Annavaleria Caffo
Titolo: Tra Dionysos e Athena. Percorsi mitologici in bronzo e terracotta di Claudio Nicoli
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2003
ita/eng

Lucciole per lanterne. I giochi di luce di Maurizio Pulvirenti

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Lucciole per lanterne. I giochi di luce di Maurizio Pulvirenti
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2003
ita/eng

Terre di luci. Le lucerne di Luigi Gismondo per la Fondazione Lungarotti

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Terre di luci. Le lucerne di Luigi Gismondo per la Fondazione Lungarotti
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2002
ita/eng

Lucerne luci lucignoli. Ceramiche e disegni di Riccardo Biavati e la Bottega delle stelle

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti e Raffaella Sforza
Titolo: Lucerne luci lucignoli. Ceramiche e disegni di Riccardo Biavati e la Bottega delle stelle
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2001
ita/eng

Itinerario. Guida breve al Museo dell’Olivo e dell’Olio

Curatore: Maria Grazia Marchetti Lungarotti
Titolo: Itinerario. Guida breve al Museo dell’Olivo e dell’Olio
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 2001
disponibile in italiano e inglese

Una guida tascabile e illustrata a colori: gli usi tradizionali dell’olio e mille altre curiosità a partire dalle collezioni artistiche ed etnografiche del MOO Museo dell’Olivo e dell’Olio.

La vite e il vino. Carte da gioco e giochi di carta

Curatore: Giordano Berti e Andrea Vitali
Titolo: La vite e il vino. Carte da gioco e giochi di carta
Edizione: Edigraf Editoriale Grafica
Anno: 1999

Itinerario. Guida breve al Museo del Vino

Curatore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Itinerario. Guida breve al Museo del Vino
Edizione: Fondazione Lungarotti
Anno: 1994
disponibile in italiano, inglese, francese, tedesco

Caratterizzata dal comodo formato tascabile, una breve guida illustrata alle collezioni del MUVIT Museo del Vino di Torgiano: il percorso museale e le opere. Utile strumento di orientamento per i visitatori del museo, è anche un agevole volumetto sulla grande cultura del vino

Museo del vino di Torgiano. Incisioni

Autore: Cristina Gnoni Mavarelli
Curatore scientifico: Gianvittorio Dillon
Filigrane: Rossana Lanfiuti Baldi
Titolo: Museo del vino di Torgiano. Incisioni
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1994

Buon vino favola lunga

Curatore scientifico: Maria Luciana Buseghin
Titolo: Buon vino favola lunga
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1992

Museo del vino di Torgiano. Ceramiche

Autore: Carola Fiocco, Gabriella Gherardi
Curatore scientifico: Gian Carlo Boiani
Titolo: Museo del vino di Torgiano. Ceramiche
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1991

Museo del vino di Torgiano. Materiali Archeologici

Autore: Alessandra Uncini
Curatore scientifico: Mario Torelli
Titolo: Museo del vino di Torgiano. Materiali archeologici
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1991

Conservazione delle opere d’arte su carta e pergamena. Atti del convegno

Curatore: Flavia Serego Alighieri
Titolo: Conservazione delle opere d’arte su carta e pergamena. Atti del convegno
Edizione: Volumnia Editrice
Anno: 1990

Memoria storica tra Rivoluzione e Restaurazione. Bozzetti e modelli dalla fine del XVII alla metà del XIX secolo

Curatore: Caterina Bon Valsassina
Titolo: Memoria storica tra Rivoluzione e Restaurazione. Bozzetti e modelli dalla fine del XVII alla metà del XIX secolo
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1989

Bozzetti modelli e grisailles dal XVI al XVIII secolo

Curatore: Mario Di Giampaolo, Marina Bon Valsassina, Maria Grazia Marchetti Lungarotti
Titolo: Bozzetti modelli e grisailles dal XVI al XVIII secolo
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1988

Dionysos 1988. Il filo di Arianna.

Curatore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Dionysos 1988. Il filo di Arianna. Raffigurazione e simbologia della vite e dell’uva nelle arti del tessuto, merletto, ricamo
Edizione: Litostampa
Anno: 1988

Dionysos 1987. La ceramica

Curatore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Dionysos 1987. La ceramica
Edizione: Litostampa
Anno: 1987
ita/eng

Dionysos 1987. Arte orafa e iconografia dionisiaca

Curatore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Dionysos 1987. Arte orafa e iconografia dionisiaca
Edizione: Litostampa
Anno: 1987
ita/eng

Dal disegno all’opera compiuta. Studio di trentacinque disegni preparatori per altrettanti dipinti

Curatore: Mario Di Giampaolo
Titolo: Dal disegno all’opera compiuta. Studio di trentacinque disegni preparatori per altrettanti dipinti
Edizione: Electa Editori Umbri Associati
Anno: 1987
ita/eng

Dionysos 1986

Curatore: Fondazione Lungarotti
Titolo: Dionysos 1986
Edizione: Litostampa
Anno: 1986
ita/eng